Cucina a vista: una proposta moderna e di design

79

Tra le tante proposte per le cucine moderne, si sono viste quella a vista, cioè che si aprono verso la zona living senza muri divisori. Se vi alletta l’idea di una cucina a vista, ecco alcuni consigli di stile per voi.

Progettare una cucina a vista

La cucina a vista è la soluzione ideale se siete alla ricerca di un ambiente ampio e luminoso. Spesso si fa questa scelta in fase di ristrutturazione per inserire gli impianti al centro della stanza. Scegliere una cucina open space anche in fase di costruzione, spiegando bene al costruttore qual è la vostra visione personale.

La penisola o isola protagonista dello spazio

Una cucina a vista vi permette di aggiungere una bellissima penisola o addirittura un’isola, cioè una sorta di bancone protagonista dello spazio che prolunga il piano di lavoro, di cui scegliere con attenzione il materiale. Grazie alla penisola, lavorate e cucinate rivolti verso il living, portando avanti una conversazione, guadarono i bambini che giocano o altro ancora.

Il blocco centrale può ospitare, oltre al lavello e ai fornelli, anche a induzione, uno spazio per la colazione o una cena informale con sgabelli alti.

Tanti vani a giorno che definiscono lo stile

Una cucina moderna open space si presta bene ad avere tanti vani a giorno, cioè non chiusi da ante. I ripiani sono degli scaffali che mostrano tanti oggetti che concorrono a realizzare un determinato stile dello spazio. Piatti, brocche, oggetti di design, tazze, ninnoli vari, libri, salsiere, etc.: ecco che cosa potete mettere in mostra nei vani a giorno, sempre ordinatissimi.

I vani a giorno sono molto più mossi e creano uno spazio meno minimale rispetto a una cucina con vano chiusi. Esiste anche una via di mezzo tra vani a giorno e chiusi da prendere in considerazione se la vostra penisola ha una sola fila di moduli visibili dal living. Vani a giorno e chiusi si mixano su due file ordinate per un tocco minimal oppure si alternano a scacchiera per un effetto più giovane e pop.