Incubare le uova: la temperatura esatta e tanti altri consigli

325

Nel momento in cui si desidera incubare le uova, è indispensabile avere una chioccia. In mancanza ci sono le incubatrici, accessori per pollaio de Il Verde Mondo che non possono mancare. Per fare schiudere le uova bisogna che queste vengano mantenute a una temperatura stabile. L’incubatrice risulta il prodotto che sostituisce la chioccia ed è fortemente consigliato le prime volte in cui ci si cimenta con la schiusa delle uova dato che garantisce uno controllo preciso del processo. Inoltre, chi desidera covare grandi quantità di uova, spesso ricorre a questo sistema.

Per capire meglio come funziona l’incubatrice e come regolare la temperatura, è sufficiente leggere di seguito.

La temperatura per la cova delle uova

Per covare le uova e farle schiudere facendo nascere nuovi pulcini, è indispensabile regolare la temperatura. L’incubatrice è il macchinario che permette di farlo in maniera artificiale. Alcune incubatrici hanno un termostato automatico che si spegne o si attiva per mantenere la temperatura stabile. Altri prodotti invece devono essere regolati manualmente. Chi dovesse utilizzare dei sistemi più rudimentali e artigianali, dovrebbe installare almeno due termometri per avere la certezza che la temperatura sia corretta, eliminando il rischio di rimetterci l’intera covata.

In generale, si può affermare che la temperatura corretta per le uova di gallina dovrebbe essere intorno al 38,5° centigradi oppure 101,5° F. Questo vale solo per incubatrici senza ventilazione. Nel caso di prodotti con ventilazione per covare le uova la temperatura deve scendere a 37,7° centigradi cioè 100 °F. Con la ventilazione, la temperatura è più stabile e anche leggermente più bassa. È altresì importante controllare anche l’umidità dell’incubatrice.

Come realizzare un’incubatrice da sé

Nel momento in cui l’incubatrice dovesse avere un’interruzione di corrente, la chiocciola dovesse più covare uova o anche per esigenze basilari, si può realizzare un’incubatrice fai da te. È una soluzione che molti utilizzano nonostante richieda sicuramente più attenzione e lavoro rispetto a quando si utilizza un macchinario specifico. Infatti, è indispensabile controllare più e più volte al giorno questa incubatrice rudimentale perché anche piccole alterazioni della temperatura potrebbero compromettere la schiusa.

Di solito, è sufficiente avere un contenitore che possa essere chiuso. Occorre anche una luce che genera calore per aumentare la temperatura. Per posizionare correttamente le uova, si può utilizzare un comune porta uova o anche della semplice paglia dove verranno adagiate. Vale anche la pena predisporre una coperta. Infine, come già detto prima, è indispensabile avere un termometro, o addirittura due, che vanno controllati regolarmente perché le uova vogliono delle condizioni stabili per potersi schiudere.

Meglio ricordare di posizionare la lampada non troppo vicina alle uova e in una posizione centrale. Infatti, se la lampada in un angolo, potrebbe rivolgere più calore alle uova più vicine mentre quelle più lontane avrebbero condizioni diverse. In particolare durante la notte quando naturalmente la temperatura esterna scende, vale la pena avvolgere la coperta attorno alla paglia con le uova per tenerle al caldo.