Olimpiadi invernali 2026: Milano-Cortina in corsa con Calgary e Stoccolma

39
Olimpiadi-invernali-2026

La corsa alle Olimpiadi Invernali 2026 prosegue e dopo l’approvazione alla candidatura di Milano-Cortina ricevuta a Buenos Aires, l’Italia può dirsi sempre più vicina al proprio obiettivo. Non è più un’utopia: le candidate rimaste in corsa sono solamente tre e dovremo riuscire a battere Stoccolma e Calgary per aggiudicarci la scena dei prossimi Giochi Olimpici. Il percorso è stato lungo e non privo di ostacoli: inizialmente anche Torino doveva concorrere ma dopo il dietrofront della sindaca Appendino sono rimaste solamente Milano e Cortina, alleate insieme per aggiudicarsi la vittoria. Gli step sono stati diversi: una prima buona notizia è arrivata il 9 ottobre con la sessione del Cio che ha dato il via libera alle 3 candidate. Ieri però è arrivata un’altra novità: l’organizzazione italiana infatti in questi giorni ospiterà la delegazione del Comitato Olimpico Internazionale per l’approvazione tecnica dei luoghi deputati alle Olimpiadi.

L’ufficializzazione della candidatura di Milano-Cortina

Era il 28 settembre, quando il Coni ha ufficializzato la candidatura italiana per i giochi olimpici invernali del 2026 citando Milano e Cortina, alleate insieme per aggiudicarsi la vittoria. Non è stato un percorso semplice e prima di arrivare a questo risultato sono stati diversi i battibecchi, gli scontri e le polemiche. In un primo momento infatti sembrava che anche Torino si sarebbe proposta per le prossime Olimpiadi Invernali ma all’ultimo si è tirata indietro. Non è ancora del tutto chiaro il motivo di tale scelta: secondo alcuni si è trattato di un dietrofront della sindaca torinese, ma la Appendino non sembra aver preso bene il trattamento ricevuto dal Coni. Quel che conta adesso però è che ci sono due città italiane: Milano e Cortina, a concorrere per i Giochi Olimpici Invernali del 2026 e le possibilità di vittoria non sono poi così utopiche.

L’approvazione da parte del Cio

L’approvazione della candidatura congiunta di Milano e Cortina da parte del Cio (Comitato Olimpico Internazionale) è arrivata ufficialmente il 9 ottobre. A concorrere come possibili città organizzatrici dei Giochi Olimpici Invernali 2026 saranno le 3 candidate: Milano-Cortina (che ricordiamo si presentano insieme), Calgary (Canada) e Stoccolma (Svezia). Insieme a questa notizia ufficiale ne è arrivata anche una seconda: lo spostamento della prossima sessione del Cio da Milano a Losanna. A giugno 2019 sarà ufficializzata l’organizzatrice dei Giochi Olimpici Invernali 2026 e visto che anche Milano (insieme a Cortina) è in corsa si è reso necessario spostare la sessione del Cio.

L’approvazione tecnica del Cio

Tra ieri ed oggi il Cio sarà ospitato dall’organizzazione italiana per i Giochi Olimpici e ad accogliere la delegazione saranno Diana Bianchedi (coordinatrice della candidatura) insieme ai rappresentanti delle città e delle regioni coinvolte nel progetto. Proprio in questi giorni quindi il Comitato Olimpico sta effettuando tutte le verifiche e le valutazioni tecniche del caso, per confermare la fattibilità del progetto. Se Milano-Cortina supereranno anche questo step, dovremo aspettare fino al prossimo giugno, quando verrà dichiarata l’organizzatrice ufficiale dei prossimi Giochi Olimpici Invernali. Non ci rimarrà quindi che attendere i prossimi sviluppi e sperare che, ancora per una volta, sarà la nostra Penisola ad accogliere le Olimpiadi. Si tratterebbe di un traguardo sicuramente importante non solo per Veneto e Lombardia ma per tutta l’Italia.