Quando e perché consultare uno psicologo

56

Lo psicologo è un professionista qualche volta un po’ temuto dalle persone. Il perché è semplice. Esiste ancora nella mente di alcuni il luogo comune che chi va dallo psicologo è pazzo. E chi ha bisogno di andarci e sente di dover intraprendere una serie di incontri spesso lo pensa e proprio per paura del giudizio degli altri sceglie di non andarci oppure di non farlo sapere a nessuno, nascondendo questi incontri.

C’è anche chi ha paura di essere giudicato dallo psicologo oppure teme di ricevere conferme a cose che in realtà preferisce ignorare, tenere ben nascoste. I luoghi comuni come potete capire sono davvero tanti e si, bisogna dirlo, sbagliati. Si aggiungono a quelli già elencati la convinzione che la famiglia basta per superare il problema, oppure che dallo psicologo vanno i matti, chi deve essere ricoverato. C’è chi pensa di potercela fare da solo. Salvo poi capire con il tempo che tutte queste affermazioni non sono vere.

Anche perché non è vero che la famiglia può essere sempre di aiuto, anzi. Alcune volte i contrasti sono in casa e la base dei problemi si trova proprio li e quel tipo di problemi di solito non emerge durante i consulti famigliari. C’è poi da dire che lo psicologo non vi da farmaci e non vi fa ricoverare. Lo psichiatra può farlo ma sempre e solo quando occorre. Lo psicologo inoltre non giudica ma cerca di venire a capo delle emozioni della persona così da aiutarla.

Perciò se pensate di aver bisogno di parlare con lo psicologo, sappiate che non siete gli unici e sempre più persone decidono di farlo. Lo psicologo in quanto professionista iscritto all’albo ha anche l’obbligo di mantenere il segreto professionale.

Di cosa si occupa lo psicologo

Se vi state chiedendo quando consultare uno psicologo a Trento, sappiate che esistono tanti buoni motivi per farlo. Uno psicologo infatti lavora sulla crescita personale dell’individuo e lo supporta durante il raggiungimento di un’autostima accresciuta. Aiuta poi l’individuo a raggiungere il benessere psicofisico, gestire lo stress, controllare le cattive abitudini come quella di bere, di fumare e anche mangiare per il nervoso.

Vi può aiutare a interagire meglio con le altre persone, comprendere meglio la vostra situazione personale e magari superare conflitti non risolti. Lo psicologo aiuta a risolvere i problemi di linguaggio e di attenzione, ma anche a elaborare una violenza subita sia in tempi recenti che passati, a superare un lutto, un aborto, un divorzio o un allontanamento forzato dalla famiglia. In poche parole interviene in quelle situazioni traumatiche o che comunque hanno sconvolto profondamente la persona.

Le terapie dallo psicologo possono essere quelle classiche individuali, ma anche quelle di coppia oppure in alcuni casi di tipo famigliare. Lo psicologo guida il paziente affinché possa imparare a concentrarsi sui problemi veri che deve affrontare. Di media gli incontri avvengono una volta a settimana, un’ora alla volta. In alcuni casi possono essere necessari più incontri. La durata totale della terapia è invece variabile.