Sciopero Generale del 26 ottobre: disagi in tutta Italia

31
Sciopero-generale

Sarà un venerdì nero, quello di oggi 26 ottobre, per tutti gli italiani che sono soliti utilizzare i trasporti pubblici ma anche per chi frequenta le scuole. per il settore della sanità e per quello della pubblica amministrazione. Lo sciopero generale indetto da alcuni sindacati di base creerà non pochi disagi ai cittadini di tutta Italia e sono previste manifestazioni nelle principali città: Milano, Roma, Torino, Firenze, Napoli, Palermo, Catania e Taranto. 

Le rivendicazioni sono diverse: dal precariato all’abrogazione della Legge Fornero. Vediamo quali sono le fasce orarie garantite e perchè è stato indetto questo sciopero generale.

Le ragioni dello sciopero generale

Le motivazioni che hanno spinto i sindacati ad indire lo sciopero generale di oggi sono diverse e coinvolgono diversi settori: dalla scuola al trasporto pubblico, dalla sanità alla pubblica amministrazione. A Milano e Bologna ci saranno disagi anche negli aeroporti. Ecco le principali rivendicazioni dello sciopero:

  • Riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario;
  • Messa in sicurezza del territorio nazionale, attraverso un grande piano occupazionale;
  • Rilancio e difesa del welfare universale;
  • Sicurezza sui luoghi di lavoro e in particolare per quanto riguarda le fonti inquinanti;
  • Democrazia sindacale nei luoghi di lavoro;
  • Lotta al precariato;
  • Abrogazione della legge Fornero;
  • Abrogazione del Jobs Act.

Sciopero generale: trasporto pubblico e Roma e Milano

Per quanto riguarda il trasporto pubblico, nella Capitale lo sciopero interesserà tutti i collegamenti Atac (autobus, metropolitane, tram e ferrovie gestite dalla società) e tutte le linee periferiche gestite da Roma Tpl. Le fasce orarie garantite saranno dall’inizio del servizio fino alle 8.30 e dalle 17.00 alle 20.

A Milano i mezzi di superficie rimarranno fermi dalle 8.45 alle 15.00 e dalle 18.00 al termine del servizio. La metropolitana invece è garantita tutto il giorno fino alle 18.00, dopodichè il servizio sarà interrotto. Abbiamo già parlato degli aumenti previsti sui biglietti della ATM di Milano, ma evidentemente questi non sono sufficienti per garantire una migliore condizione lavorativa per i dipendenti della società.

Sciopero generale: Trenitalia e Trenord

Sui treni sono previsti disagi molto limitati. Lo sciopero generale è stato proclamato a partire dalle 21.00 di oggi e per le successive 24 ore (quindi fino alle 21.00 di domani, sabato 27 ottobre). Tuttavia, le “Frecce” di Trenitalia circoleranno in modo regolare, così come altri treni che saranno comunque garantiti.

Sciopero generale: gli aerei

Per quanto riguarda gli aeroporti, gli unici ad essere coinvolti saranno quelli di Milano (Linate e Malpensa) e quello di Bologna. Alcuni dei voli programmati quindi oggi potrebbero subire dei ritardi o essere addirittura cancellato. Fasce orarie garantite: dalle 7.00 alle 10.00 e dalle 18.00 alle 21.00.

Sciopero generale: la scuola

Anche la scuola sarà coinvolta dalla sciopero generale, che in questo caso creerà disagi non prevedibili. Dipende tutto da quanti saranno i docenti che aderiranno ma le scuole rimarranno comunque aperte.

Sciopero generale: sanità e vigili del fuoco

Oltre al settore sanità, che potrebbe quindi oggi presentare alcuni disagi, aderiscono allo sciopero generale anche i Vigili del Fuoco tra le 8.00 e le 14.00.

Sono previsti diversi disagi per la giornata di oggi quindi, ma per conoscere la situazione nella propria città conviene rivolgersi direttamente all’ente pubblico per chiedere chiarimenti.